ALLA SCOPERTA DELLA REGIONE

provence

Nel cuore della Provenza

Una regione unica per posizione geografica, patrimonio, storia, cultura, tradizioni e dolcezza del clima. 
 

Nel cuore della Provenza tra Avignone, Arles e Saint-Rémy, famosa per la ricchezza del territorio e per i numerosi siti di interesse naturalistico e culturale. 

Al centro del villaggio di Graveson, tra le Alpilles a sud e la Montagnette a ovest, vicino alla Camargue, al Luberon e a un’ora di distanza dal Mediterraneo. 

Punto di partenza ideale per visitare i luoghi più belli della Provenza : 
- Saint-Rémy de Provence (8 km), les Baux de Provence (12 km)
- Avignone, Villeneuve les Avignon (12 km)
- Arles (25 km), la Camargue, les Saintes-Maries de la Mer (60 km)
- il Pont du Gard (30 km), Nîmes, Uzès (45 km)
- il Luberon, Gordes, Fontaine de Vaucluse (30 km)

A 15 minuti dalla stazione TGV di Avignone (10 km)
A 40 minuti dall’aeroporto di Nîmes (35 km)
A 1 ora e un quarto dall’aeroporto internazionale di Marsiglia (80 km)

Patrimonio storico e tradizione

Numerosi artisti e scrittori del XIX secolo hanno apprezzato i paesaggi e la serenità della regione (Paul Cézanne, Vincent Van Gogh) o hanno preso parte al movimento per la riscoperta e la valorizzazione della cultura provenzale (Chabaud, Mistral).

Passeggiando nelle vie del villaggio all’ombra dei platani, scoprirete la porta fortificata della chiesa romana, la cappella di Notre-Dame du Bon remède (XII secolo), il Castello di Breuil (XVII secolo) o ancora l’abbazia di Saint-Michel de Frigolet nel massiccio della Montagnette.

Vegetazione e paesaggi di rara bellezza abitati da numerose specie di uccelli vi aspettano sulla Montagnette, sia che la percorriate a piedi o in bicicletta.  

Patrimonio storico e culturale di Graveson

    * il Museo Auguste Chabaud, uno dei grandi maestri della pittura provenzale del XX secolo (04 90 90 53 02)
    * Il Museo degli Aromi e dei Profumi, il giardino aromatico e la distillazione degli oli essenziali (04 90 95 81 55)
    * le « Figuières du Mas de Luquet » con la produzione di 150 varietà di fichi, confetture, chutney, sciroppi e condimenti. 
    * il Mercato contadino, tutti i venerdì dalle 16 alle 20, da maggio a fine ottobre.  
    * la « Ciergerie », produzione artigianale di ceri e sculture in cera.
    * le botteghe dei « Santonniers » con le loro statuine dipinte dei presepi. 
    * « les chemins secrets de Balthazar » alla scoperta delle vie romane in carrozza, da Graveson a Maillane attraverso la Montagnette.
    * il giardino acquatico con molteplici varietà di piante, pesci e il suono delle cascate

Sport e tempo libero

    *      5 campi da golf nelle vicinanze (les Baux de Provence a 9 km, Servanes a Mouriès, Pont-Royal a Mallemort, Châteaublanc a Morières, Grand Avignon a Vedène)
    *      escursioni in bicicletta, mountain bike e Quad (noleggio a 200 m)
    *      tennis a 1 km
    *      escursioni a cavallo : Montagnette, Alpilles, Camargue
    *      escursioni a piedi : la vallée des Baux offre agli escursionisti un paesaggio
 di uliveti, vigneti, cipressi e boschi di querce ricchi di flora e fauna
    *      sentieri storici sulle vie romane da Arles a Saint-Gilles (cammino di Santiago di Compostela)
    *      percorsi tra i vigneti nei Monti di Vaucluse
    *      percorsi alla scoperta dei villaggi provenzali

Giorni di mercato

- lunedì  : Cavaillon, Fontvieille
- martedì  : Tarascon
- mercoledì  : St Rémy de Provence
- giovedì : Maussane, Beaucaire
- venerdì  : Graveson, Carpentras
- sabato : Arles, Uzès, Apt
- domenica : L’Isle sur la Sorgue, Châteaurenard

Prodotti del territorio

- olio d’oliva (le Moulin du Mas des Barres a Maussane)
- fichi (le mas de Luquet a Graveson)
- lavanda (regione di Sault)
- frutti canditi (Lillamand a St Rémy)
 

Les ArènesFaune en Provencemarchéolive
Port de pêche en Provencelavandeschevauxlavandechamps de fruitier

Cose da fare

Cosa vedere nella regione

A 15 minuti dall’hotel

    * il paesaggio luminoso delle Alpilles circondato da vigneti, uliveti, lecci, timo e i suoi villaggi (Saint-Rémy, les Baux de Provence, Maussane les Alpilles, Mouriès, Aureille, Eygalières, Eyguières, Fontvieille, …)
    * St Rémy de Provence, le sue viuzze, il mercato, la casa di Nostradamus, l’antico sito archeologico di Glanum, la freschezza del lago Peiroou (NDT : j’ai trouvé cette ortographe dans le web), punto di partenza di un lungo itinerario escursionistico 
    * les Baux de Provence, il castello, il museo Brayer, la « Cathédrale d’Images »
    * l’acquedotto romano di Barbegal
    * l’abbazia di Montmajour
    * Fontvieille e il mulino di Daudet
    * la vista panoramica di Eygalières sulle zone circostanti
    * Avignone, il Palazzo dei Papi, il ponte Saint-Bénezet, le sue viuzze
    * Arles, l’anfiteatro, il museo Van Gogh
    * da Tarascon, sulle tracce di Tartarin e della Tarasque, e il castello del re René
    * il massiccio della Montagnette con la pineta, la gariga, le valli costellate di cipressi, ulivi, mandorli, albicocchi, timo e sermollino 
    * l’abbazia e il monastero di Frigolet
    * i mulini e i castelli tra Boulbon e Barbentane
       

A 40 minuti dall’hotel :

    * il Pont du Gard allo sbocco delle gole del Gardon
    * i villaggi del Luberon, dei monti di Vaucluse e il Mont Ventoux
    * Sault, paese della lavanda e le gole della Nesque
    * la Camargue, i suoi paesaggi selvaggi, a cavallo tra i fenicotteri rosa 
    * Saintes-Maries de la Mer, le sue feste  e tradizioni (feria, abrivado, corrida)
    * Aix en Provence e le sue fontane
    * Uzès, i suoi paesaggi di Toscana, e il mercato tradizionale del sabato
    * Orange, il teatro antico e l’arco di trionfo
    * il sito troglodita di Calès a nord di Salon de Provence (116 grotte da scoprire)
    * Nîmes e la maestosità dei monumenti romani 
    * Nyons, le sue olive e il pizzo di Montmirail
    * la strada dei vini (Châteauneuf du Pape, Beaumes-de-Venise, Gigondas)

Ma anche :

    * le gole dell’Ardèche con la discesa dei canyon in canoa o kayak 
    * Rustrel,  il Colorado provenzale e le sue miniere d’ocra dai molteplici colori
    * Forcalquier e il monastero di Ganagobie, abbazia benedettina famosa per i mosaici medievali. 
    * Cassis, le calanques e il Mediterraneo

Appuntamenti stagionali

    * Cheval Passion, fiera equestre ad Avignon (gennaio)
    * la Festa della Transumanza di St Rémy de Provence (domenica di Pentecoste)
    * la Festa dei Guardiani, processione a cavallo ad Arles (primo maggio)
    * la Festa della Tarasque a Tarascon (ultimo week-end di giugno)
    * la Feria di Arles e le corride negli anfiteatri (Ascensione)
    * la Feria di Pentecoste a Nîmes (tauromachia e corride)
    * le Giornate Romane di Beaucaire, corse dei carri e lotte di gladiatori (aprile) 
    * gli Incontri Internazionali della Fotografia di Arles (da luglio a settembre)
    * il Festival del Teatro di Avignone (3 settimane a luglio)
    * la Festa del cavallo a les Saintes Maries de la Mer (metà luglio)
    * la Via del Sale tra le saline della Camargue (luglio)
    * la Strada della Lavanda e delle Distillerie, la raccolta nella regione del Sault sui contrafforti del Ventoux (fine luglio)
    * la Festa della Lavanda, Sault (15 agosto)
    * la Festa del vimine di Vallabrègues (secondo weekend di agosto)
    * la Feria del Riso di Arles (settembre)
    * la Feria della vendemmia di Nîmes (settembre)
    * la Fiera dei « Santons » (statuette tipiche del presepio provenzale) di Tarascon (ultimo weekend di novembre)
    * i mercatini di Natale, in molti villaggi della Provenza
    * la Messa di Mezzanotte con corteo di pastori, a St Michel de Frigolet (24 dicembre)
    * la Via degli Impressionisti da Saint-Rémy a Aix, da Cézanne a Van Gogh
    
Appuntamenti a Graveson

    * le varie attività che animano il Mercato Provenzale, musicisti e costumi d’epoca, concorsi di specialità locali, sagra della mela, ecc. (da maggio a ottobre)
    * il concerto Gipsy Jazz al « jardin des senteurs » (giugno)
    * la Festa di Saint-Eloi, sfilata di carri decorati e corsa dei tori nelle vie del villaggio, degustazione di aïoli (ultimo weekend di luglio)
    * la Festa Votiva, « sardinade », corsa dei tori, encierro notturno (inizio di settembre)
    * la Festa della Pittura e dei Pittori nelle vie del paese (settembre)

jardin